Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Taglia i tassi con i prestiti Inps per consolidamento debiti

Perché scegliere i prestiti Inpdap consolidamento debiti 2024

Con la crisi economica molte famiglie si trovano a dover affrontare spese importanti per cui è necessario sottoscrivere un finanziamento. Con il passare del tempo però i pagamenti periodici possono risultare troppo elevati e quindi difficili da sostenere. Una situazione in cui i prestiti Inps per consolidamento debiti possono rappresentare una soluzione per dipendenti e pensionati pubblici.

Si tratta di finanziamenti a condizioni agevolate erogati dall’Inps tramite la Gestione Dipendenti Pubblici. L’erogazione avviene per il tramite di uno specifico fondo credito, la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Prima di passare in rassega le condizioni applicate ai prestiti Inps per consolidamento debiti però è necessario fare un chiarimento. Non stiamo parlando di un prodotto a sé, bensì di una delle finalità per cui è possibile ottenere i prestiti pluriennali Inps ex Inpdap.

I finanziamenti pluriennali ex Inpdap vengono erogati solo per far fronte a spese importanti. Spese che devono rientrare tra le finalità ammesse dal Regolamento Prestiti Inps. Importo finanziabile e condizioni del rimborso sono definiti in base alle condizioni fissate dal Regolamento.

Quanto si ottiene con i prestiti Inps

Ora che abbiamo definito le principali caratteristiche dei prestiti Inps per consolidamento debiti, vediamo le condizioni del finanziamento nel dettaglio.

Ricordiamo infatti che tra le finalità ammesse dal Regolamento Prestiti Inps troviamo la possibilità di estinguere anticipatamente o ridurre un mutuo ipotecario in corso. Mutuo che può essere stato sottoscritto a qualunque titolo dal richiedente o dal coniuge.

Per quanto attiene alla somma finanziabile, questa viene definita in sede di domanda sulla base dei documenti presentati dalla banca o società finanziaria che ha concesso il finanziamento. Istituto di credito che deve presentare una dichiarazione in cui si attesta l’importo necessario alla riduzione o all’estinzione anticipata del mutuo, nonché i dati identificativi dell’unità immobiliare oggetto di ipoteca.

Rimborso e domanda Inps gestione ex Inpdap

Il rimborso avviene con un piano di ammortamento decennale. Le rate hanno cadenza mensile e sono decurtate direttamente dalla busta paga o pensione mensile percepita dal beneficiario. I prestiti pluriennali Inps ex Inpdap sono infatti basati sulla cessione del quinto.

Il tasso di interesse è fisso al 3,5%. Sull’importo lordo del finanziamento si applica inoltre un’aliquota dello 0,5% per le spese di amministrazione. È previsto inoltre il pagamento di un premio per il Fondo Rischi Inps, definito in base alla durata del finanziamento e all’età del richiedente.

La richiesta di prestiti Inps per consolidamento debiti deve essere trasmessa per via telematizzata. La procedura da seguire varia a seconda che il richiedente sia un dipendente o un pensionato pubblico.

I dipendenti trasmettono la richiesta per il tramite dell’Amministrazione di appartenenza mentre per i pensionati è disponibile un servizio online che consente di trasmettere autonomamente la domanda.

Indice contenuti