Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Quando e come rinnovare prestito Inpdap Inps

Quando è possibile rinnovare un prestito Inpdap

I dipendenti e pensionati pubblici che si trovano a dover affrontare spese importanti o improvvise possono beneficiare dei prestiti Inps ex Inpdap. Nel caso in cui il prestito in corso non sia sufficiente ad affrontare le spese, è possibile rinnovarlo. Ma come rinnovare prestito Inpdap?

Quando si affronta la questione come rinnovare prestito Inpdap è necessario fare una distinzione tra piccoli prestiti e prestiti pluriennali. I primi permettono di ottenere somme fino a un massimo di otto mensilità di stipendio o pensione del beneficiario. I prestiti pluriennali invece consentono di ottenere somme anche oltre 100 mila euro con le quali far fronte a spese importanti.

I piccoli prestiti possono durare 12, 24, 36 o 48 mesi e prevedono un Tan del 4,25%. I prestiti pluriennali invece possono durare 5 o 10 anni. Il tasso di interesse è fisso al 3,5%.

Rinnovo piccolo prestito inpdap

Ora che abbiamo visto quali sono le condizioni dei prestiti Inpdap, vediamo quando e come rinnovare prestito Inpdap. Il rinnovo dei prestiti agevolati Inps ex Inpdap può avvenire solo a condizione che siano trascorsi dei tempi minimi.

I piccoli prestiti possono essere rinnovati solo se è trascorso almeno il 50% del piano di rimborso. Nello specifico, il richiedente deve aver rimborsato almeno:

  • 6 mesi per i prestiti di durata annuale;
  • 12 mesi per i prestiti di durata biennale;
  • 18 mesi per i prestiti di durata triennale;
  • 24 mesi per i prestiti di durata quadriennale.

Per i prestiti rinnovati, l’Inps chiude il finanziamento in corso e recupera il debito residuo sull’importo della nuova linea di credito.

rinnovo cessione del quinto decennale e quinquennale

Diversi invece i tempi previsti per i prestiti pluriennali Inps ex Inpdap. Per i finanziamenti di durata quinquennale il rinnovo è possibile solo dopo che sono trascorsi i primi due anni di rimborso. I prestiti di durata decennale invece prevedono la possibilità di rinnovo solo se sono trascorsi almeno quattro anni dall’inizio del finanziamento.

Ricordiamo inoltre che quanti hanno in corso un prestito pluriennale quinquennale anche prima che siano trascorsi due anni. A condizione però che venga rinnovato richiedendo un prestito di durata decennale e che il richiedente non abbia fruito di altri prestiti decennali.

Indice contenuti