Prestiti Inpdap esempio di calcolo rata con il servizio Inps

Come effettuare il calcolo rata prestito Inpdap online

I prestiti Inpdap sono davvero convenienti? Una domanda che senza dubbio si pongono i dipendenti e pensionati pubblici che sono alla ricerca di un finanziamento. Al fine di agevolare quanti si trovano in questa situazione, l’Inps ha introdotto sul proprio portale online un servizio che consente di effettuare simulazioni di prestiti ex Inpdap. Ma come effettuare prestiti Inpdap esempio di calcolo?

Per orientarsi nell’offerta è necessario utilizzare il simulatore presente sul sito Inps. Per raggiungerlo è necessario collegarsi con il portale ufficiale dell’Inps (inps.it) e fare click sul collegamento Tutti i servizi posto in alto a sinistra.

Da qui si accede a una pagina in cui sono elencati tutti i servizi accessibili tramite il sito Inps. A questo punto per utilizzare l’applicazione per il calcolo dei prestiti è necessario filtrare i risultati. Si dovrà scegliere la voce prestiti dal campo denominato Filtra per tema.

Una volta effettuata questa scrematura, per il calcolo prestiti Inpdap esempio sarà sufficiente scegliere dai servizi proposti quello denominato Gestione dipendenti pubblici: simulazione calcolo piccoli prestiti e prestiti pluriennali.

Il servizio Inps per la simulazione prestiti

Raggiunto il servizio per la simulazione prestiti Inpdap esempio l’utente ha la possibilità di conoscere tutti i finanziamenti Inps ex Inpdap a lui accessibili. A differenza di quanto accade con i simulatori online che spesso si possono trovare sulla rete infatti questo servizio è pensato innanzitutto per aiutare i dipendenti e pensionati pubblici che hanno bisogno di un finanziamento a farsi una chiara idea delle soluzioni alla loro portata. Per ogni finanziamento proposto sono indicate tutte le principali caratteristiche.

A fronte dell’inserimento di pochi dati, infatti, il sistema individua sia i piccoli prestiti che i prestiti pluriennali accessibili all’utente. A tal proposito è necessario precisare che non è possibile utilizzare il servizio di simulazione per il calcolo rata dei finanziamenti agevolati concessi da banche convenzionate con l’Inpdap.

Al fine di consentire agli utenti di personalizzare il più possibile la simulazione, il servizio Inps mette a disposizione tre modalità di calcolo: simulazione prestito; simulazione prestito per rata ideale; simulazione prestito per importo specifico.

Esempio prestiti Inpdap 2018

Ora che abbiamo visto come utilizzare il servizio per il calcolo della rata, passiamo alla nostra simulazione prestiti Inpdap esempio.

Ipotizziamo che un dipendente pubblico di 45 anni con reddito mensile pari a 1500 euro desideri ottenere un prestito con una rata mensile da 280 euro. Stando a questi dati il servizio di simulazione ci propone 6 soluzioni di prestito: 4 riguardano i piccoli prestiti e 2 i prestiti pluriennali. Riportiamo di seguito le condizioni dei finanziamenti proposti.

  • Piccolo prestito annuale di importo pari a 3 mila euro. La rata mensile è 255,68 euro mentre il tasso di interesse è del 4,25%. Le spese di amministrazione sono pari a 15,00 euro e quelle per il Fondo di Garanzia sono di 5,10 euro.
  • Piccolo prestito biennale con importo di 6 mila euro. La rata è di 261,00 euro e il tasso è del 4,25%. Le spese di amministrazione e per il Fondo di Garanzia sono pari rispettivamente a 30,00 e 21,00 euro.
  • Piccolo prestito di durata triennale da 9 mila euro. In questo caso abbiamo una rata mensile da 266,39 euro e il tasso è pari al 4,25%. Le spese di amministrazione si attestano a 45,00 euro mentre quelle per il Fondo di Garanzia sono di 48,60 euro.
  • Piccolo prestito di durata quadriennale con importo di 12 mila euro. La rata mensile da corrispondere è di 271,86 euro. Il tasso è fisso al 4,25% mentre le spese di amministrazione e quelle per il Fondo di Garanzia sono pari a 60,00 e 144,00 euro.
  • Prestito pluriennale di durata quinquennale da 400 euro. La rata mensile è pari a 279,77 euro e il tasso di interesse è del 3,5%. Spese di amministrazione e per il Fondo di Garanzia sono rispettivamente di 77,00 euro e 147,84 euro.
  • Prestito pluriennale di durata decennale da 300 euro. La rata mensile è di 279,12 euro e il tasso pari al 3,5%. Le spese di amministrazione sono pari a 141,50 euro mentre quelle per il Fondo di Garanzia si attestano a 645,24 euro.