Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

I prestiti per vacanze superano i 72 milioni di euro nei primi 5 mesi del 2019

Nel 2019 crescono le richieste di prestiti per le vacanze

Una crescente quota di italiani ricorre ai prestiti per vacanze. Finanziamenti che vengono sottoscritti per far fronte ai costi di viaggio e soggiorno. È quanto emerge da una recente analisi condotta da Prestiti.it e Facile.it prendendo in esame l’andamento del mercato nei primi 5 mesi del 2019.

Stando ai risultati della ricerca, che ha preso in esame 95.000 domande di finanziamento, da gennaio a maggio le erogazioni di prestiti per vacanze hanno superato i 72 milioni di euro. L’importo medio richiesto si attesta a 5.291 euro.

Nello specifico, sono in calo le domande relative a somme oltre i 10 mila euro. Sul totale le richieste per più di 10 mila euro sono passate dal 22% al 17%. I richiedenti sembrano infatti interessati a somme più contenute, comprese tra 2 mila e 5 mila euro. Stando al report di Prestiti.it e Facile.it il 70% delle domande riguarda importi di questo genere.

Chi richiede prestiti personali per vacanze

Ciò che emerge è che gli italiani non ricorrono ai prestiti per le vacanze solo quando si parla di viaggi con costi proibitivi (magari in mete esclusive), ma anche per soggiorni che comportano spese abbastanza sostenibili. Altro dato interessante è che nonostante gli importi richiesti siano in calo, la durata del piano di ammortamento si allunga. La media passa infatti da 45 a 51 date mensili.

Il dato, secondo il responsabile prestiti di Facile.it Andrea Bordigone, non deve essere letto come una notizia negativa. I tassi di interesse applicati ai finanziamenti per vacanze (mediamente tra il 6,5% e il 7,1%) consentono di optare per piani di ammortamento più lunghi, che naturalmente comportano rate più contenute e sostenibili.

In merito al profilo del richiedente dei prestiti per vacanze, molte richieste arrivano dai giovani. Mentre solitamente chi si rivolge a banche e società finanziarie ha più di 40 anni, per i finanziamenti dedicati alle vacanze l’età media è sotto i 39 anni.