Scopri come usare tabelle prestiti Inpdap disponibili online per calcolo rata

Cos’è e come funziona il Prontuario prestiti Inpdap

Prima di richiedere un finanziamento è sempre consigliabile valutare tutti gli aspetti dell’offerta. Una regola valida anche quando si parla di prestiti Inpdap agevolati. Prodotti dedicati ai dipendenti e pensionati pubblici che possono essere calcolati utilizzando le apposite tabelle prestiti Inpdap disponibili online.

Di cosa si tratta? Le tabelle prestiti Inpdap online fanno parte del Prontuario prestiti Inpdap. Un insieme di tavole finanziarie che consente di effettuare simulazioni in tempi brevissimi.

Il Prontuario prestiti Inpdap si compone di 6 tavole, ognuna di esse fa riferimento ad uno specifico finanziamento tra piccoli prestiti e prestiti pluriennali. Ricordiamo infatti che il Prontuario fa riferimento solo ai prestiti Inpdap diretti. Finanziamenti che sono concessi tramite un apposito fondo di credito istituito presso l’Inpdap. Fondo che prende il nome di Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

I prestiti diretti si distinguono in due categorie: piccoli prestiti e prestiti pluriennali. I piccoli prestiti possono durare 12, 24, 36 e 48 mesi, mentre i prestiti pluriennali possono essere quinquennali o decennali. vi sarà quindi una tavola per i piccoli prestiti annuali, una per i piccoli prestiti biennali, e così via.

Come utilizzare le tabelle per il calcolo prestito Inpdap

Ma come utilizzare le tabelle prestiti Inpdap disponibili online? Come abbiamo visto ogni tavola finanziaria prende in esame uno specifico tipo di prestito, facendo riferimento ad una precisa durata. Al fine di agevolare i dipendenti e pensionati pubblici nella simulazione del prestito, ogni tabella prende in esame un ampio ventaglio di importi finanziabili.

Per ogni importo finanziabile è indicata la rata mensile da corrispondere, nonché le principali caratteristiche del finanziamento. Sono disponibili infatti anche gli importi relativi alle spese di amministrazione e alle altre voci di spesa che concorrono alla definizione del prestito netto.

Ricordiamo che le tabelle prestiti Inpdap disponibili online possono essere consultate direttamente dal sito ufficiale dell’Inps. Per accedere al Prontuario è sufficiente collegarsi con il portale inps.it e utilizzare la barra di ricerca presente nella home page.

Esempio calcolo piccoli prestiti Inpdap con tabelle

Ma facciamo un esempio di calcolo con le tabelle prestiti Inpdap disponibili online. Ipotizziamo di voler richiedere un piccolo prestito di durata biennale con importo di 3 mila euro.

La rata mensile è pari a 130,50 euro. Le spese di amministrazione invece sono pari a 15,00 euro e gli interessi di differimento si attestano a 15,57 euro. Previsto anche il pagamento di un premio per il Fondo di Garanzia dell’Inps, variabile a seconda dell’età del richiedente. Si va da un minimo di 10,50 euro per i soggetti con età compresa tra 18 e 59 anni a un massimo di 293,70 euro per chi ha da 85 a 88 anni.